Gli Amici di Giò

Progetti realizzati

foto progetti 2017

Progetti 2017

IN AFRICA

  • Zona artigianale
    Concluso il fabbricato che ospiterà il fabbro e il falegname oltre alla scuola per apprendisti.
    Purtroppo la società elettrica non ha allacciato la luce e tutto ciò ha bloccato l’inizio delle attività
    Speriamo per Pasqua 2018
    Costo totale euro 12000
  • Orfanotrofio laico “LE COCOON”
    Conclusa la zona cucina e il deposito mensa.
    Un bellissimo stabile nuovo e pulito per cucinare e contenere le scorte del cibo.
    Costo finale euro 13.000
  • Grande festa di Pasqua e Natale con doni
    Consegnati durante l’anno:
    Abiti, giochi, farmaci e scorte di cibo per un valore di euro 1500
    Siamo stati nominati Membri onorari del Cocoon.
  • Orfanotrofio religioso 
    Concluso il contributo per salari al 31 dicembre 2017
    In merito alla presenza di altre e numerose associazioni abbiamo deciso di concludere, dopo un periodo di 10 anni, il nostro impegno in questa struttura.
    Costo totale euro 3000
  • Scolarità 
    Concluse le scolarità per
    FATOUH, REGINA, LETICIA e JEANETTE hanno finito la scuola superiore
    SILVIE finita la terza liceo
    Costo totale euro 2500
  • PROGETTO ASILO SUOR MERIE ALIMATOU CON ASSOCIAZIONE FRANCESE AMK
    Contributo per 105 bimbi gestiti durante i mesi delle piogge da un insegnante del luogo che gratuitamente accoglie questi bimbi e che con l’aiuto di alcune stagiste li nutre ed educa mentre le mamme sono nelle risaie.
    Abbiamo deciso di aiutare questo splendido progetto di aiuto locale.
    Costo euro 3000

 

IN ITALIA

  • Progetto malattie rare Mowatt Wilson:
    Confermato il sostegno alle famiglie con bambini affetti da Mowatt Wilson per il soggiorno estivo in un centro specialistico di accoglienza .
    Una grande risorsa per i bimbi ed i loro genitori .
    Costo totale Euro 3000
  • Progetto Polisportiva Reno:
    Confermato il supporto per il lavoro condotto da Ivano Zoccadelli e Silvana Lolli in zona Quartiere Barca: compiti e sport.
    Costo totale euro 2000
  • Progetto fuori target 
    Concluso il supporto per l’attività  del Palazzo dello sport per i malati di Parkinson condotto da Silvia Sallioni
    Costo totale euro 400
  • PROGETTO D’INTESA
    La D.ssa  Marri ha iniziato il percorso per mettere in rete le associazioni che operano nella zona di Cabrousse. Siamo certi che sia necessario questo lavoro per migliorare il valore degli aiuti, ciò non toglie che gli ostacoli rilevati siano importanti, quindi i tempi per ottenere un tavolo di condivisione sono ancora lontani.
    Responsabile del progetto D.ssa Irene Marri

scuola-lavoro

Progetti 2016

IN AFRICA

  • Consegnata la fabbrica agli artigiani. Le due botteghe saranno il luogo di lavoro per un fabbro ed un falegname, il terreno era il loro e noi abbiamo costruito la struttura con annessa camera abitabile. Diventerà una scuola di lavoro per i giovani. Attendiamo l’allacciamento della luce da parte della società elettrica. Costo finale euro 12.000.
  • All’orfanotrofio laico supporto alimentare medico e didattico per un costo totale di euro 3500.
  • Ai 32 bimbi grande festa di Pasqua e Natale con doni.

Orfanotrofio religioso:

  • Saldati i salari dei 5 collaboratori per tutto l’anno,escluso i due giardinieri con i quali le suore hanno voluto interrompere la collaborazione. Costo finale euro 3600
  • Festa di Natale con doni e dolci per i bimbi
  • Pagate le scolarità per le 6 ragazze di Suor Merie. Costo finale euro 2500
  • Contributo extra ad un progetto nella comunità di Jamberen per alimentare 105 bimbi nei mesi di luglio e agosto tra i 2 e i 5 anni. Costo euro 1000

IN ITALIA

  • Sostegno per gli educatori della Polisportiva Reno per corsi pomeridiani di aiuto con sport e compiti al quartiere Barca. Resp.li : Silvana Lolli e Ivano Zoccadelli
  • Versato il contributo per materiale didattico al Giordano Bruno. Costo euro 500
  • Sostegno economico per buoni spesa per Maria Chiara affetta da una malattia rara ( Atassia di Freidrich). Ha 24 anni ed è seguita solo dal papà. Costo 500 euro
  • Progetto Mowatt Wilson (malattie rare). Sostegno per soggiorno estivo in un centro specializzato per i bimbi affetti da questa patologia. Costo finale euro 2o00
  • Collaborazione all’evento “COMICI INVOLONTARI“ con il progetto “Onlus Amiche” per acquistare apparecchiatura per malattie rare al Policlinico S.Orsola. Capofila FIORI DI CAMPO onlus

IMG_1756

Progetti 2015

IN AFRICA

 

  • Sono iniziati i lavori per la costruzione di una bottega per fabbro e falegname, che si prevede  avranno termine nel 2016. Per ora ora siamo arrivati alla costruzione dei muri. Sono inoltre stati acquistati i macchinari per il falegname per un valore di euro 750,00
  • Fornitura si latte, riso e altri alimenti per i due orfanotrofi. Valore Euro 1500,00
  • Pagati i salari a cinque persone dell’orfanotrofio religioso per tutto l’anno (due giardinieri, la cuoca, due dade).
  • Pagata la solarità per le ragazze seguite da Suor Merie. Valore Euro 2400,00
  • Finito il tetto per la pioggia. All’orfanotrofio laico serviva coprire una parte di cortile durante i mesi estivi le piogge costringono i piccoli a vivere nella stanza dove dormono: mangiare, giocare, fare i compiti, diventava un caos. Nel mese di Luglio il tetto è stato terminato. La responsabile ci ha scritto: “Adesso può piovere quanto vuole, ma noi e i bimbi non ci bagneremo più”.

SAM_0451

 

IN ITALIA

  • Pagate due settimane di Camp sportivi per 30 bambini gestiti dalla Polisportiva Reno
  • Contributo per l’acquisto di vocalizzatori per l’Istituto Giordano Bruno di Budrio a seguito della cena Agribu, con la collaborazione della Pro Loco, per un valore di euro 500,00

Progetti 2014

IN AFRICA

  • Ristrutturazione di una bottega del pane, con relativo pozzo
  • Recupero degli ambulatori medici di Cap Skirring per l’intera comunità
  • Progetto ‘Ivette’, una casa e un lavoro per una mamma e i suoi 6 bimbi
  • Mantenimento della borsa di studio ‘Francesca’ e due nuove borse di studio Mantenimento di 5 persone che si occupano del buon andamento della struttura dei bimbi
  • Aiuto all’orfanotrofio laico per spesa farmaceutica, riso e latte

IN ITALIA

BOLOGNA

Continuerà l’intervento de Gli amici di Giò a favore dei ragazzini provenienti da
famiglie in difficoltà e delle loro mamme nel nostro territorio, con una particolare attenzione allo sviluppo di un evento di raccolta fondi a sostegno dello stesso progetto per favorirne la sostenibilità e lo sviluppo della rete.

Lo sport ha la sua rete ed è goal! Giunto alla sua seconda edizione in collaborazione con la Polisportiva Lungo Reno ha raccolto ciò che serviva per realizzare 2 settimane di camp estivo per 35/40 ragazzini residenti nel Quartiere Barca.
Grazie a Giuseppe Cuomo e a tutti gli amici che l’hanno sostenuto come runner, testimonial de “Lo sport ha la sua rete ed è goal” e a Passione Fundraising che con continuità hanno portando avanti questo progetto, quest’anno è stato possibile finanziarne 2 di settimane di camp estivo nel mese di settembre subito prima l’inizio della scuola.

Gli amici di Giò, su richiesta di un gruppo di amici sostenitori, si è attivata per contribuire al pagamento della rata universitaria di una ragazza in condizioni di difficoltà.

PROVINCIA

Gli amici di Giò insieme alla Proloco di Budrio ha donato un contributo per l’acquisto di materiale scolastico anno 2014-2015 del valore di € 2000.
Sono stati consegnati 600€ all’Istituto Giordano Bruno di Budrio (BO) per l’acquisto di borse lavoro.

 

Progetti 2013

Lo sport ha la sua rete ed è goal! ha raccolto ciò che serviva per realizzare 1 settimana di camp estivo a 35 ragazzini residenti nel Quartiere Barca.Grazie a Cinzia Ceccolini e a tutti gli amici che l’hanno sostenuta come runner, testimonial de “Lo sport ha la sua rete ed è goal”, grazie a Gli amici di Giò e a Passione Fundraising che con continuità stanno portando avanti questo progetto, credendoci e impegnandosi per promuoverlo, grazie a Rete del dono che mi ha supportato nel migliore dei modi e agli organizzatori della Run Tune Up che hanno creduto che potesse essere importante creare un charity program per la loro manifestazione sportiva.Possiamo essere tutti molto contenti perché questi ragazzini hanno trascorso una bella settimana di sport, perché continuo a credere che si possa creare una rete di partecipazione e di collaborazione nell’ambito di una comunità per raggiungere un bene comune, insieme.

Ecco qualche foto delle varie fasi del progetto

foto conferenza stampa run tune up

La conferenza stampa della Run Tune Up ha evidenziato l’importanza che il charity program ha in questa manifestazione sportiva

foto finale della settimana multisport

Dal 9 al 13 settembre 2013, trentacinque ragazzini residenti in un quartiere della nostra città hanno trascorso un camp estivo multi sport organizzato da Ivano e Silvana della Polisportiva Lungo Reno con il patrocinio del Quartiere Barca.

Progetti 2012

  • La costruzione, nella comunità, di un paio di camere per dare ospitalità ai nostri volontari quando si recano a Cap Skirring.
  • Il Rinnovo completo della cucina.
  • La manutenzione delle strutture edili già realizzate: il pozzo per l’acqua, lacucina, l’orto e l’allevamento degli animali da cortile.
  • Continua l’intervento de Gli amici di Giò a favore dei ragazzini provenienti dafamiglie in difficoltà nel nostro territorio, con una particolare attenzione all’utilizzodello sport come strumento educativo, di partecipazione e di scambio e allosviluppo di un evento di raccolta fondi a sostegno dello stesso progetto per lasua realizzazione nell’anno successivo.
  • L’organizzazione dei “Gruppi in viaggio”.
  • La nuova veste della news letter.
  • Gli approvvigionamenti di riserve alimentari e di medicinali.
  • Gli stipendio di Marcel e del giardiniere che aiutano le suore nello svolgimentodelle attività quotidiane.

Progetti 2011

L’organizzazione del “II viaggio medico” per controllare anche quest’anno i nostri bimbi

  • il mantenimento delle due borse di studio assegnate nel 2010
  • la realizzazione di un pozzo per fornire acqua potabile all’orfanotrofio. Tale progetto, che è già in corso di studio, sarà sviluppato in collaborazione con un’associazione di Milano, Amico Senegal.
  • Viveri, medicinali e stipendi per i collaboratori di Suor Domitilla
  • L’intervento de Gli amici di Giò “per una mamma e il suo bimbo vicino a noi” e la nuova veste grafica del sito

Descriviamo brevemente il progetto che Gli amici di Giò e Passione Fundraising hanno sviluppato per la comunità di Budrio a giugno 2011

Gli amici di Giò impegnati in una nuova missione:
nel Comune di Budrio “Lo sport ha la sua rete: ed è goal!”
da una mano ai Camp sportivi Estate 2011

Senegal e non solo… Gli amici di Giò ha deciso, rispondendo alle sollecitazioni di alcuni amici dell’associazione, di interessarsi anche ai bisogni di una comunità più vicina, con una particolare attenzione alle esigenze dei membri più piccoli delle famiglie in difficoltà qui residenti. Dall’amicizia tra Gli amici di Giò e Passione Fundraising – neo associazione bolognese impegnata a sviluppare progetti di raccolta fondi orientati alla partecipazione e allo scambio di competenze tra realtà non profit, profit e istituzioni, nasce “Lo sport ha la sua rete: ed è goal!”, un programma d’iniziative in cui la pratica sportiva si conferma uno dei più importanti strumenti di dialogo e sensibilizzazione tra i ragazzini e tra loro e il territorio di appartenenza.

“Con “Lo sport ha la sua rete: ed è goal!” Gli amici di Giò offre un aiuto concreto ai componenti famigliari più piccoli attraverso lo sport per contrastare qualsiasi forma di esclusione al gioco e possa favorire forme diverse di aggregazione e di partecipazione assolutamente positive. Il primo obiettivo del programma di iniziative che stiamo organizzando è l’intervento sviluppato, in collaborazione con il Comune di Budrio nel mese di Giugno scorso, volto a far sì che un numero maggiore di bimbi qui residenti e provenienti da famiglie in difficoltà, potessero accedere, terminata la scuola, ai campi estivi organizzati dalle polisportive locali.

Molta importanza ha la ripresa del tema della comunità, della forza delle reti sociali, tematiche emergenti che riguardano il futuro della raccolta fondi.
“Lo sport ha la sua rete: ed è goal!”, che ci si propone di rendere continuativo nel suo sviluppo futuro, rappresenta un modello di rete dove l’onlus Gli amici di Giò, peraltro, assume anche un “nuovo” ruolo, quello di associazione/donatore che, di fatto, rinforza il senso di responsabilità e di partecipazione dell’associazione nei confronti della comunità fruitrice del progetto.

L’attività si sta svolgendo in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Budrio i quali hanno individuato i partecipanti ai Camp estivi mantenendo un monitoraggio sull’andamento del progetto, strumento indispensabile a supporto delle iniziative svolte sul territorio. Dopo l’estate, insieme a Gli amici di Giò e in collaborazione con le associazioni sportive locali che hanno attivato i Camp, è previsto sul territorio del Comune, lo sviluppo di un evento volto a promuovere e a sensibilizzare questa nuova rete sport/territorio con un’ottica rivolta alla sua sostenibilità.